L'Associazione Italiana Greenways Onlus

L'Associazione Italiana Greenways si è costituita il 20 luglio 1998, in seguito ad un incontro seminariale tenutosi presso la Facoltà di Agraria di Milano sul tema delle greenways con la partecipazione del Prof. Julius Fabos dell'Università del Massachusetts (USA), capofila del movimento internazionale delle greenways, insieme a esponenti di enti locali e associazioni professionali.
Tutti i partecipanti hanno sottolineato l'importanza di sviluppare il movimento delle greenways anche in Italia. Infatti, il territorio nazionale, con i suoi parchi fluviali, il sistema di canali, la rete di vie ferroviarie dismesse e il sistema di strade rurali e sentieri di pianura e montagna, inseriti in un contesto di valori storico-culturali e agricolo-forestali unico al mondo, rappresenta uno scenario ideale per uno sviluppo progettuale e pianificatorio legato al concetto delle greenways.
In tale contesto, l'Associazione si propone di:

  • connettere e sviluppare le iniziative in atto sul territorio italiano relative alla costruzione e allo sviluppo delle greenways;
  • promuovere iniziative volte a diffondere l'interesse per la salvaguardia, la valorizzazione e la creazione di greenways;
  • promuovere lo sviluppo rurale attraverso attività di turismo sostenibile basato su una rete di greenways;
  • incoraggiare un maggior contatto tra cittadini e natura attraverso la realizzazione di percorsi verdi di attraversamento delle città e di connessione con la campagna;
  • favorire il senso di appartenenza della popolazione al territorio attraverso la conservazione ed il recupero dei valori storico-culturali dei luoghi.
     

Pubblicazioni dell'A.I.G.

Novità

Vélorail

Pedalare sui binari abbandonati: una proposta per il riutilizzo delle vecchie ferrovie

Ferrovie dismesse e greenways

Il recupero delle linee dismesse per la realizzazione di vie verdi

Greenways di Sicilia

Il progetto di recupero delle ferrovie dismesse: una risorsa del passato per lo sviluppo futuro

Greenways urbane

Una proposta per Milano

Altre pubblicazioni

Ferrovie delle meraviglie

Ieri, oggi e domani

IN EVIDENZA

Un nuovo quaderno dell'AIG sui vélorail

"Vélorail. Pedalare sui binari abbandonati: una proposta per il riutilizzo delle vecchie ferrovie" è il titolo del nuovo quaderno dell'AIG, frutto degli studi condotti da Roberto Rovelli e Jessica Sacco sulle modalità di riuso delle linee dismesse per la circolazione dei vèlorail, piccoli carrelli a propulsione umana adatti agli spostamenti sul binario ferroviario. Dopo un'introduzione sul tema e sulle principali esperienze estere, vengono analizzati gli elementi normativi, tecnici e gestionali connessi con la creazione di percorsi per vélorail e viene illustrata una proposta per la realizzazione di un vélorail nella zona del basso Monferrato in Piemonte.

Le ferrovie abbandonate rivivono come "Binari Verdi"

Un'iniziativa dell'Associazione Italiana Greenways per valorizzare con un marchio identificativo le greenways realizzate lungo i tracciati ferroviari abbandonati che presentano caratteristiche tecniche e ambientali di qualità, favorendone il riconoscimento e la promozione come un vero e proprio prodotto turistico.
Maggiori informazioni e le modalità di adesione su www.binariverdi.it

Il Prof. Senes nuovo presidente dell'EGWA

Il Prof. Giulio Senes, già vicepresidente dell'Associazione Italiana Greenways, è stato eletto nuovo presidente dell'European Greenways Association.
Nel complimentarci per il prestigioso incarico, auguriamo al Prof. Senes un proficuo lavoro.

Il database delle ferrovie abbandonate!

Una raccolta, curata dall'A.I.G., di dati tecnici, mappe e immagini delle ferrovie chiuse al traffico, dismesse o incompiute, e dei tratti ferroviari abbandonati in seguito a varianti di tracciato, molte delle quali potrebbero essere convertite in greenways